ACN, nominati i membri del Comitato tecnico scientifico. Ecco chi sono

Il Sottosegretario Gabrielli, con delega alla cybersecurity, ha firmato il decreto di nomina di 9 membri del Comitato tecnico scientifico dell’Agenzia, composto anche dal personale dell’ACN.

Il Comitato tecnico scientifico è composto da personale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale (ACN) e da 4 rappresentanti dell’industria, 4 rappresentanti degli enti di ricerca e dell’accademia e 1 rappresentante delle associazioni del settore della sicurezza delle aziende strategiche del Paese. La partecipazione al Comitato non prevede né alcuna forma di compenso, né rimborsi spese.

Ecco chi sono i membri, esterni all’ACN, nominati oggi:

in rappresentanza dell’industria operativa negli ambiti di attività dell’Agenzia, comprese le piccole e medie imprese:

  1. Domitilla Benigni – Amministratore Delegato della Elettronica SpA e Presidente della Cy4Gate SpA. Domitilla è anche founding member, insieme ad altre 30 donne key players europee, della Fondazione Women4Cyber ed è stata indicata dalle riviste Forbes e SC Media tra le 50 donne europee più influenti sulla cybersecurity.
  2. Paolo Dal Cin – Global Lead di Accenture Security, ruolo in cui coordina oltre 16.000 esperti di cybersecurity. Paolo, entrato in Accenture nel 2003, ha guidato successivamente le business unit di cybersecurity di Accenture in Italia, Europa Centrale e America Latina. Nel maggio 2022 è diventato anche membro del Global Management Committee di Accenture.
  3. Massimo Enrico Proverbio – Chief IT Digital & Innovation Officer di Intesa Sanpaolo SpA. In tale ruolo, Massimo è responsabile dell’innovazione, della data governance e dello sviluppo dell’information technology, della cybersecurity e delle operations del gruppo. Nell’aprile 2021 Massimo entra a far parte del Comitato consultivo per la PA digitale per il Governo italiano.
  4. Franco Ongaro – Chief Technology & Innovation Officer del gruppo Leonardo SpA. Ongaro ha ricoperto diverse posizioni nei programmi strategici dell’Agenzia Spaziale Europea fino ad assumere l’incarico di Director of Technology, Engineering and Quality & Head of Establishment.

in rappresentanza del sistema dell’università e della ricerca:

  1. Marco Conti – Direttore dell’Istituto di informatica e telematica del Consiglio Nazionale delle Ricerche e responsabile del Registro.it. Marco è stato è stato incluso nella lista compilata da Web of Science che racchiude il top 1% dei ricercatori per gli articoli maggiormente citati nei settori delle reti di telecomunicazioni e delle reti sociali.
  2. Alessandro Curioni – IBM Fellow, Vice-President Europa e Africa nonché Direttore del Laboratorio di Ricerca IBM di Zurigo e Global Research VP IBM in Security e in Future of computing. Alessandro è una autorità internazionale nel campo dell’high-performance computing e della computational science. Ha ricevuto nel 2013 e 2015 il Gordon Bell Prize. La sua ricerca attuale si focalizza in AI e quantum computing.
  3. Paola Severino – Professore emerito, Vice Presidente della Università LUISS Guido Carli e Direttore della Scuola Nazionale dell’Amministrazione. Oltre alla carica di Presidente del comitato scientifico del Piano nazionale di ripresa e resilienza, istituito presso il Ministero dell’università e della ricerca, la professoressa Severino è stata tra le prime ricercatrici che ha studiato le problematiche etiche dell’AI e i risvolti internazionali giuridici della cybersicurezza.
  4. Donatella Sciuto – Professore ordinario di Ingegneria Informatica del Politecnico di Milano, nonché dal 2015 Prorettore vicario con delega alla ricerca. La Professoressa Sciuto, oltre ad una lunga attività di ricerca nel settore della progettazione di sistemi dedicati digitali, con particolare attenzione alle problematiche di prestazioni e sicurezza, è membro dei consigli di amministrazione di STMicroelectronics e dell’Istituto Italiano di Tecnologia.

in qualità di esponente di associazioni del settore della sicurezza delle aziende strategiche del Paese

  1. Andrea Chittaro, quale Presidente pro tempore dell’Associazione Italiana Professionisti della Security Aziendale (AIPSA), in ragione delle competenze professionali e in rappresentanza delle oltre 800 aziende e persone operanti nei diversi ambiti specialistici della sicurezza in azienda. 

Continua così a tappe forzate il percorso di completamento della organizzazione della ACN. A firmare il decreto di nomina dei 9 membri è stato oggi il Sottosegretario Franco Gabrielli – Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica, sentito il Comitato di Vertice dell’ACN.

Il ruolo del Comitato tecnico scientifico dell’ACN

Il Comitato, presieduto dal Direttore Generale dell’ACN, Roberto Baldoni, come previsto dalla legge istitutiva dell’Agenzia e dal relativo regolamento di organizzazione e funzionamento, svolgerà:

  • funzioni di consulenza e proposta, 
  • ed è volto a promuovere la collaborazione con il sistema dell’università e della ricerca e con il sistema produttivo nazionale, 
  • nonché a supportare le iniziative pubblico-private in materia di cybersicurezza anche per assicurare la realizzazione delle 82 misure previste dalla Strategia Nazionale per la Cybersicurezza 2022-2026 adottata dal Presidente del Consiglio il 17 maggio 2022. 

I membri del comitato possiedono, fa sapere l’ACN, comprovata qualificazione tecnologica, scientifica e professionale negli ambiti di attività dell’Agenzia, in particolare nel contesto della definizione, progettazione, dell’attuazione e della gestione di  progetti di ricerca e sviluppo  tecnologico, industriale e scientifico, nei campi, tra gli altri, del quantum computing, dell’intelligenza artificiale e della robotica, della crittografia, dell’Internet of Things, delle reti e del software, nonché  negli ambiti della formazione e qualificazione delle risorse umane, della promozione e diffusione della cultura della cybersicurezza.

Cosa si può proporre al Comitato tecnico scientifico dell’ACN

Al Comitato potranno essere sottoposte, questioni in materia di sviluppo di competenze, innovazione, partecipazione a programmi e progetti di cybersicurezza nazionali ed internazionali, comunicazione e promozione della consapevolezza in materia di cybersicurezza, formazione e qualificazione delle risorse umane, nonché questioni afferenti al Centro nazionale di coordinamento in cybersecurity.

Come è nato il Comitato tecnico scientifico dell’ACN? Da un’idea di Stefano Mele

Il Comitato tecnico scientifico dell’ACN ha origine nell’articolo 7, comma 1-bis, del decreto legge 14 giugno 2021, n. 82, così come convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2021, n. 109, che conteneva proprio la proposta dell’avvocato Stefano Mele (leggibile sul sito della Camera) sulla costituzione del Comitato Tecnico-Scientifico presentato in audizione alla Camera dei Deputati in occasione della conversione del decreto-legge istitutivo dell’ACN.

Infine, il Comitato è stato meglio disciplinato dall’art. 11 del DPCM 09 dicembre 2021, n. 233, che regola il funzionamento dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale.

Chief Security Talk con Andrea Chittaro – presidente AIPSA: “Pronti a partnership pubblico-privato”

Direttore responsabile, Giornalista

Related Posts

Ultime news

Andrea Chittaro Snam