Cybersecurity – La nuova disciplina italiana ed europea alla luce della direttiva NIS

Di Alfonso Contaldo, Flaviano Peluso

Prefazione di Donato A. Limone

Data di pubblicazione: 2018

ISBN: 978-88-3379-009-1

Pagine: 168

Prezzo: € 19,00

 

Wannacry, gli attacchi cyber all’Estonia e gli scandali di Wikileaks hanno mostrato che hacker e cyberterroristi possono mettere s/tto scacco le aziende, le infrastrutture critiche e militari nonché la sicurezza nazionale delle informazioni. La NATO e le Istituzioni internazionali ed europee (fra le quali l’ENISA) si sono interrogate su quali soluzioni adottare. In tale scenario l’Italia ha recepito la Direttiva europea NIS (Network and Information Security), 2016/1148, che si pone quale cardine del radicale cambiamento della sicurezza cibernetica con la creazione di CSIRT e la previsione di procedure ad hoc sulla cybersecurity

Il volume si colloca nel solco di questa trasformazione nella speranza di rendere più chiara la nuova disciplina nazionale ed europea in materia.

Flaviano Peluso è iscritto all’ordine degli avvocati di Roma e di Madrid; è professore a contratto di Informatica all’Università della Tuscia (Scuola Sottoufficiali E.I) e di Idoneità informatica nella stessa Università; Comunicazione digitale all’Università di Cassino ed in precedenza di Informatica Giuridica all’Università di Perugia. È autore di saggi, note e contributi a volumi collettanei in materia di diritto dell’informatica e di informatica forense.

Alfonso Contaldo, avvocato, dottore di ricerca in Informatica giuridica e diritto dell’informatica nell’Università di Roma “La Sapienza”. È docente di Diritto dell’informazione e della comunicazione digitale nell’Accademia delle Belle Arti di Roma ed è professore a contratto di Diritto della comunicazione pubblica nell’Università di Roma Tre. È autore di monografie, saggi, contributi a volumi collettanei in materia di diritto dell’informazione e dell’informatica e di informatica giudiziaria.