Blackout internet globale: offline i siti di aziende, giornali e Governi

Ancora non è chiaro cosa sia successo, ma decine di siti web di multinazionali, imprese e Governi non sono più raggiungibili. Al momento scartata l’ipotesi di attacco informatico.

Giù i siti web di giornali e testate nazionali, di Governi ed organizzazioni internazionali per un probabile disservizio a catena su scala planetaria. Le prime frammentarie notizie sono state pubblicate sulle pagine ancora in piedi di altre fonti di informazione, come la Reuters.

The Guardian, il Financial Times, Bloomberg News, la CNN, il sito del Governo della Gran Bretagna, il New York Times, solo per citare alcuni grandi nomi, al momento (attorno alle 12:00) sono tutti offline, non raggiungibili in rete.

banner

Molte anche le aziende, tra cui le Big Tech, che risultano coinvolte in questo blackout di internet tutt’ora in corso: Amazon, Reddit, Twitch, PayPal, Spotify.
La lista dei siti down proposta da downdetector.it è lunga.

Al centro di questo enorme disservizio di rete ci potrebbe essere Fastly, global provider di servizi cloud, con sede in San Francisco, su cui si appoggiano molti siti web di tutto il mondo.

Difficile dire se si sia trattato di cyber attacco o di incidente informatico interno al cloud provider. Al momento, dopo un primo allarme generale, sembrerebbe che alla base del grande down di internet ci sia un malfunzionamento.

Fastly ha reso noto di aver avviato tutte la operazioni di ripristino necessarie, comprese le indagini internet per capire cosa sia accaduto ai suoi sistemi.

Giornalista pubblicista, Digital content developer

Related Posts

Ultime news

Baldoni_Agenzia_cybersicurezza_nazionale