Vittorio Grilli (JP Morgan) su cybercrime: “Investire in innovazione ed elevare la consapevolezza dei rischi”

Se l’attenzione dei cyber criminali si concentrasse “sul sistema internazionale di pagamenti, l’economia mondiale potrebbe essere bloccata”.

Per questa ragione “c’è bisogno di un alto livello di consapevolezza di questi pericoli” e c’è necessità “di investire in tecnologie innovative, orientate alla protezione del sistema finanziario”. È quanto ha detto Vittorio Grilli – già ministro dell’Economia e delle Finanze con Mario Monti premier e oggi Chairman, Corporate & Investment Bank Emea di JP Morgan, Uk – intervenendo oggi a Roma al simposio “Digital Transformation: nuovi confini, crescita e sicurezza del Paese”, organizzato da Elettronica in collaborazione con The European House – Ambrosetti.

“Uno dei più recenti attacchi di questo tipo”, ha aggiunto Grilli, “ha colpito la Banca del Bangladesh, attraverso la quale si è poi riuscito a intaccare il sistema Swift”. Ciò è accaduto “perché in un sistema globale e interconnesso, se qualcuno è debole tutti sono a rischio”.

Spesso, ha concluso, “il cyber crime c’è, ma in molti Paesi che sono arretrati dal punto di vista delle capacità cyber si viene colpiti senza nemmeno rendersene

Related Posts

Ultime news

filtro anti-porno smartphone minori
crittografia omomorfica