Pubblicità online, allarme botnet per Natale. Rischio danni per 3,5 miliardi dollari

Con l’arrivo di novembre si apre ufficialmente il periodo delle grandi manovre commerciali in vista del prossimo Natale. Inizia di fatto il grande mercato dell’ecommerce mondiale, soprattutto grazie agli eventi del Black Friday e del Cyber Monday, e gli investitori pubblicitari scaldano i motori mettendo in campo le strategie migliori.

La spesa in advertising digitale negli Stati Uniti dovrebbe raggiungere gli 83 miliardi di dollari (il 70% via mobile), entro la fine di dicembre 2017, che equivale al 37% del totale (secondo stime eMarketer tale livello di spesa salirà al 50% nel 2021).

L’anno scorso, tra novembre e dicembre, gli investimenti pubblicitari aumentarono del 50%.

Una miniera d’oro che attira anche i cyber criminali di tutto il mondo. Le stime più prudenti quantificano per le prossime festività natalizie i danni da ‘ad fraud’ attorno ai 3,5 miliardi di dollari, che significa perdite enormi per gli investitori.

Considerando che il dato definitivo del 2017 dovrebbe attestarsi su 6,5 miliardi di dollari (in diminuzione del 10% sull’anno passato), più della metà dei guadagni illeciti nel settore pubblicitario si concentreranno proprio tra novembre e dicembre 2017.

In termini di settori più colpiti, il 22% dei casi riguarderà il mercato video advertising e il 9% delle frodi riguarderà l’area desktop display.

Durante lo stesso periodo del 2016, i digital advertisers hanno perso 3,1 miliardi di dollari a causa di botnet e altri strumenti digitali fraudolenti (casi aumentati del 14% rispetto al 2015).

Related Posts

Ultime news

Roma Capitale Cyber Security