Con ‘Locked Shields 2018’ la NATO sperimenta la prima esercitazione di cyberdefense

La NATO lancia Locked Shields 2018, la più grande esercitazione “live fire” sulla cyber defence del mondo. Le manovre, dal 23 al 27 aprile, sono coordinate dal CCDCOE in Estonia

La NATO lancia Locked Shields 2018, la più grande esercitazione “live fire” sulla cyber defence del mondo. Le manovre si tengono dal 23 al 27 aprile e sono organizzate dal Cooperative Cyber Defence Centre of Excellence (CCDCOE) dell’Alleanza Atlantica a Tallinn. Obiettivo è addestrarsi nella difesa dei sistemi IT e delle infrastrutture critiche – assetti vitali – durante un massiccio attacco informatico. In particolare, verrà testata l’intera catena di comando durante un cyber incidente, su tutti i punti di vista. Da quello strategico a quello operativo. L’esercitazione, peraltro, vedrà l’integrazione sia delle capacità militari sia di quelle civili nella cybersecurity. La risposta ad aventi di questo tipo è divenuta strategica a causa dell’esplosione di cyber attacchi da parte di hacker di stato ostili verso paesi della NATO. Solo negli ultimi tempi, USA e UK hanno denunciato aggressioni informatiche contro routers e switches da parte di attori facenti capo alla Russia.

Lo scenario della maxi cyber esercitazione: garantire il funzionamento dei sistemi vitali di Berylia durante multiple azioni di cyberwarfare ostili

Lo scenario del CCDCOE prevede che un paese fittizio, Berylia, stia vivendo un deterioramento della situazione della sicurezza. Una serie di eventi ostili coincidono  con cyber attacchi contro il principale internet provider civile della nazione e contro una base aerea militare. Gli aggressori causano danni severi alla rete elettrica, ai network pubblici 4G, ai droni e ad altre infrastrutture critiche. I cyber difensori della NATO e dei paesi alleati dovranno riuscire a mantenere il funzionamento dei sistemi, nonostante l’elevata pressione subita dagli hacker ostili e a valutare l’impatto delle decisioni prese durante Locked Shield a livello strategico e politico. I partecipanti (Blue Team), esclusi gli organizzatori in Estonia, opereranno dai loro paesi attraverso un accesso online sicuro. Ciò permetterà di appurare anche le eventuali criticità nel rispondere e coordinarsi a distanza.

Gli organizzatori di Locked Shields 2018

Locked Shields 2018 è organizzata dal CCDCOE della NATO in cooperazione con una serie di entità militari e civili internazionali. Sul primo fronte ci sono le Forze di Difesa dell’Estonia, quelle finlandesi, la Defence University, il British Joint Army, lo United States European Command (EUCOM) e il National Security Research Institute della Corea del Sud. Sul secondo, a livello industriale ci sono Siemens AG, Ericsson, Bittium, Goodmill, Threod Systems, Cyber Test Systems, Clarified Security, Iptron, Bytelife, BHC Laboratory, openvpn.net, GuardTime e molti altri.

Fonte: difesaesicurezza.com