Cybercrime e welfare, a Torino nascono i primi master su come difendersi dai crimini sul web e dall’AI dei robot

Alla scuola ONU inaugurato l’anno accademico della “School of Developement”, il campus delle Nazioni Unite a Torino che forma ambasciatori e diplomatici

Come proteggere i diritti dei lavoratori che verranno sostituiti dai robot e dall’intelligenza artificiale, o come tutelare la proprietà intellettuale nel mondo del web. Sono alcune delle sfide del futuro a cui cerca di dare soluzionela scuola delle Nazioni Unite, il campus di corso Unità d’Italia denominato “School of Developement”, cioè scuola dello sviluppo, che ha celebrato l’inaugurazione del suo anno accademico.

 CYBERCRIME E WELFARE

La scuola dell’Ilo, l’istituto dell’Onu che si occupa del tema del lavoro, ha attivi dieci master, otto in inglese, uno in spagnolo e uno in francese: gli aspiranti studenti sono in crescita, circa 1200 per 250 posti e ci sono due nuovi masterall’orizzonte. “Partiranno molto probabilmente nel 2018, saranno sul cybercrime,il crimine online, e sul welfare. Questo campus è una realtà in espansione”, ha spiegato Gianmaria Ajani, il rettore dell’Università, che organizza i corsi insieme al Politecnico e con il sostegno della Compagnia di San Paolo. Il primo master è stato realizzato nel 1991, pian piano il progetto si è espanso, “incrementando le funzionalità come centro di formazione globale”, ha spiegato Giuseppe Casale, direttore della scuola. Diversa la situazione dei master di Unicri, l’agenzia dell’Onu che si occupa del crimine, con cui l’ateneo ha interrotto i rapporti. Leggi l’articolo completo qui.

Related Posts

Ultime news

Mantovano Alfredo
Mantovano Alfredo