Cybercrime, in corso la truffa via email dei voucher Mediaworld

Una nuova minaccia sta mettendo a rischio la sicurezza informatica degli utenti italiani. Come fa sapere la Polizia di Stato, attraverso la propria pagina ufficiale Facebook “Commissariato di PS Online – Italia”, sui social media e sulle app di messaggistica stanno circolando dei falsi voucher Mediaworld.

I cyber criminali stanno usando una nuova truffa per far scaricare dei malware oppure rubare le informazioni più riservate degli utenti italiani. Le vittime vengono contattate via social network, su WhatsApp oppure attraverso un messaggio di posta elettronica. I truffatori promettono un buono sconto di 200 euro da poter spendere sui prodotti Mediaworld. Per ritirare il codice con lo sconto l’utente non deve far altro che cliccare sul link contenuto nel messaggio fraudolento. La scusa usata dai cyber criminali è l’anniversario della celebre catena di elettronica. Ovviamente le persone che cliccano sul link non ottengono nessun voucher e nessun premio. Verranno semplicemente reindirizzate su un sito maligno dove potrebbero scaricare un virus oppure inserire i propri dati personali che poi un hacker riutilizzerà per le proprie operazioni illegali.

Come difendersi da questo genere di truffe

Le truffe legate a buoni sconti e offerte irrinunciabili in Internet sono molto diffuse. Lo schema è sempre lo stesso: la vittima viene contatta su WhatsApp, sui social oppure via email e spinta attraverso le tecniche di ingegneria sociale a cliccare su un link oppure a scaricare un allegato. Tutti amano acquistare qualcosa in saldo oppure ricevere dei regali, come nella vita reale però dobbiamo ricordarci che anche online le cose che sembrano troppo belle per essere vere molto probabilmente non lo sono.

 

Per riconoscere queste truffe allora come dobbiamo comportarci? Innanzitutto dobbiamo essere  sempre dubbiosi quando veniamo contattati per proporci vincite in regalo, buoni sconto oppure offerte che sembrano davvero imperdibili: il rischio truffa in questi casi è sempre dietro l’angolo.  Da sottolineare, poi, che l’indirizzo web dal quale scaricare il voucher truffa appartiene solo apparentemente alla catena di elettronica di consumo: a uno sguardo più attento ci si accorge che si tratta di un dominio di terzo livello realizzato ad hoc.

In secondo luogo ricordiamoci di non cliccare mai su link e di non scaricare mai allegati di dubbia provenienza. Non inseriamo mai poi i nostri dati con leggerezza su siti e applicazioni che non conosciamo e non scambiamoli via chat con persone appena conosciute. Va ricordato anche che se vogliamo restare aggiornati sulle offerte e i buoni sconto presenti su una determinata azienda è meglio consultare il sito Internet della stessa che fidarsi di un messaggio anonimo ricevuto via WhatsApp o via email.

Infine in caso dovessimo essere contattati per vincite di denaro o di oggetti elettronici non inviamo mai i nostri soldi per pagare le spese di spedizione. Anche questa è una tecnica molto usata ma ci porterà solo a perdere il nostro denaro perché a casa nostra non arriverà nessuna vincita.

Fonte: tecnologia.libero.it