Cyber defense, nasce PaCSON la rete dei CERT del pacifico

Nasce il Pacific Cyber Security Operational Network (PaCSON) nel sud del Pacifico. I membri sono 14 e la prima presidenza è della Nuova Zelanda

I paesi nel sud del Pacifico hanno creato una rete regionale per proteggere la loro sicurezza informatica. Si chiama Pacific Cyber Security Operational Network (PaCSON) e per ora vi fanno parte i Computer Emergency Response Team (CERT) di 14 nazioni dell’area. Queste sono Australia, Isole Cook, Figi, le Marshall, Kiribati, Niue, Palau, Papa Nuova Guinea, Samoa, Salomone, Tokelau, Tonga, Tuvalu e Vanuatu. La presidenza dell’organismo per il momento è affidata al CERT della Nuova Zelanda, il principale advisor. In futuro, però ruoterà tra i partecipanti (il prossimo sarà Samoa). L’obiettivo del PaCSON è incrementare la capacità di resilienza delle nazioni dell’area contro le minacce cibernetiche. L’iniziativa è finanziata dal governo australiano, attraverso il Programma di cooperazione informatica (CCP) ed era stata annunciata a ottobre del 2017 dal ministro degli Esteri di Canberra, Julie Bishop, in occasione della presentazione della International Cyber Engagement Strategy.

L’obiettivo del PaCSON è incrementare le capacità di resilienza contro le cyber minacce nella regione e non solo. Da quelle delle APT fino al cybercrime

Il PaCSON lavorerà a stretto contatto con le organizzazioni nel Pacifico che condividono l’obiettivo di garantire che Internet continui ad essere aperto, libero e sicuro. I CERT del network, infatti, si scambieranno non solo informazioni per migliorare la cybersecurity della regione. Ma anche strumenti, tecniche e idee su come affrontare i pericoli cibernetici. Inoltre, verranno condotte esercitazioni sull’incident response a cyber attacchi da Advanced Persistent Threats (APT) e dal cybercrime. Ci saranno anche workshop sul come migliorare la sicurezza informatica – sia a livello locale sia di blocco – e contatti a livello internazionale per creare partnership. In questo contesto, l’Australia giocherà un ruolo centrale grazie ai finanziamenti legati al CCP e alla sua triplice funzione: segretariato, nonché guida in ambito operativo e tecnico.

Fonte: difesaesicurezza.com