Hackerato il parlamento norvegese

Il parlamento norvegese ha subito un attacco hacker, con la violazione degli account di posta elettronica di diversi ministri, deputati e dipendenti. 

Lo ha reso noto il servizio stampa dell’assemblea nazionale e l’agenzia di controspionaggio della Norvegia, ripresa dai media locali. “La nostra analisi mostra che sono state scaricate varie quantità di dati“, si legge nella dichiarazione. I mandanti e le conseguenze di tale attacco sono ancora tutti da valutare, anche se l’autorità per la sicurezza nazionale norvegese (Nsa) ha dichiarato di avere contrastato l’attacco intervenendo in modo immediato.

“Siamo stati coinvolti per alcuni giorni“, ha detto il portavoce della Nsa, Trond Oevstedal. Stiamo assistendo il parlamento con analisi e assistenza tecnica“, ha aggiunto.

Non solo il parlamento, attacco hacker a Hedmark IKT

Poche ore dopo che il parlamento norvegese aveva annunciato un attacco ai propri sistemi è avvenuto l’hack ai lavoratori del settore pubblico dell’azienda Hedmark IKT.

Secondo fonti locali, questa mattina, 10,000 dipendenti di Hedmark IKT, azienda pubblica che offre servizi informativi a diverse amministrazioni sul territorio, si sono svegliati senza poter più accedere alle proprie caselle di posta elettronica.

I dipendenti municipali di Hamar, situato sulla riva del più grande lago norvegese Mjøsa, sono stati tra coloro che sono stati colpiti dall’attacco ai sistemi di posta elettronica del settore pubblico nella regione di Hedmark. Hamar ha recentemente combattuto un nuovo focolaio di Coronavirus, per questo l’attacco alle comunicazioni è stato considerato particolarmente grave.

Non è ancora chiaro se i due attacchi, siano correlati, ma entrambi sono stati descritti dalle autorità norvegesi come “estremamente gravi e sofisticati“.

Fonte: key4biz.it